Spotify Premium o gratuito Ecco come scegliere!

Il servizio di streaming di musica più famoso al mondo è senza ombra di dubbio Spotify. In pochi anni è diventato il punto di riferimento per tutti coloro che amano ascoltare musica da Pc, tablet o smartphone, ma funziona anche sulle console di gioco e persino, sulla piattaforma di Sky.

Ma che differenza c’è tra la versione di Spotify gratuita e quella Premium? Vediamo tutte le diversità una per una, il punto fondamentale che affronteremo è se convenga o no Spotify costo della versione sotto forma di abbonamento,  oppure rimanere nella versione Free. Alla fine daremo un’occhiata anche a tutte le offerte Spotify aggiornate.

Differenza di qualità di ascolto tra Spotify Free e Premium

Avere Spotify gratis è una soluzione per tutti coloro che non possono sopportare un costo mensile ma anche per coloro che non sono così appassionati di musica. La versione Premium offre la possibilità di ascoltare musica secondo la soluzione ideale dello streaming senza limiti, ma non solo.

Le due versioni si differenziano quanto a qualità del suono e a seconda del lettore ove si riproduce la musica di Spotify. Chi attiva la versione Free può impostare la qualità del suono fino a raggiungere i 160 kbit al secondo. Nella versione Premium invece si raddoppia la qualità arrivando ai 320 kbit/s.

Su desktop e sui device mobile (tablet e smartphone) la qualità di riproduzione può essere regolata dalle Impostazioni accedendo a Qualità della Musica:

  • Automatica: se si imposta la qualità automatica si tiene conto del livello della connessione della rete. Il formato audio AAC permette la compressione dei dati necessari per memorizzare il suono, in questo modo si raggiunge un compromesso ottimale tra qualità e dimensione del file. Questa impostazione non fa differenza tra versione Free e Premium.
  • Bassa: si arriva a 24 kbit/s davvero pochi per ascoltare buona musica, tra l’altro in Windows tale opzione non è disponibile se si utilizza l’app Spotify su desktop. Anche in questo caso l’opzione è identica nei due piani di fruizione di Spotify;
  • Normale: si raggiungono i 96 kbit/s nella versione Free e 160 kbit/s nella Premium;
  • Alta: 160 kbit/s per la Free e 320 kbit/s nella Premium.

Se si vuole fruire di Spotify da lettore Web la versione Free arriva a 128 kbit/s e con abbonamento Premium si raggiungono i 256 kbit/s.

Per rendere comprensibili queste indicazioni a chi ha a cuore il consumo dei dati con Spotify, ecco una pratica lista di confronto prendendo come riferimento una sola ora di ascolto di musica:

  • 96 kbit/s consumano 43 MB
  • 128 kbit/s consumano 58 MB
  • 160 kbit/s consumano 72 MB
  • 256 kbit/s consumano 115 MB
  • 320 kbit/s consumano 144 MB

Spotify costo della versione Premium

Se ciò che hai letto qui sopra ti hanno convinto della necessità di voler ascoltare la musica come si deve, ora bisogna conoscere i costi di attivazione della versione di Spotify Premium. Va detto che l’ascolto è praticamente senza limitazioni di sorta, per cui vengono rimossi i messaggi pubblicitari e la funzione Shuffle (delle Play-list) che limitano l’ascolto e la scelta dei brani nella versione Free in special modo da mobile. Più avanti ci occuperemo di spiegare bene quali sono queste limitazioni al servizio di streaming senza limiti più famoso al mondo.

Per abbonarsi a Spotify si può inizialmente sfruttare la prova gratuita di 30 giorni disponibile da desktop e da App sui dispositivi Android. Terminato questo periodo omaggio, se non si disdice l’abbonamento, si inizia a pagare, vediamo quanto.

Ci sono sostanzialmente tre diversi piani mensili di abbonamento:

  1. Spotify Premium al prezzo di 9,99 € al mese pari ad un importo di 119,88 € per 1 anno. Oltre all’assenza di spazi pubblicitari, come riportato sopra, si può arrivare ad una qualità elevata e al download dei brani musicali per poi ascoltarli offline.
  2. Spotify family da 14,99 € al mese, valido per i nuclei familiari che intendono usufruire di un abbonamento cumulativo fino a 5 utenze contemporanee.
  3. Spotify Students a 4,99 € al meseper gli universitari e per le scuole superiori accreditate. Il prezzo dimezzato non riduce le opzioni della versione Premium.

Come attivare Spotify Premium

La versione completa di Spotity si ottiene in maniera abbastanza semplice. Se hai già usufruito del periodo di prova allora hai già effettuato la registrazione di un account, ma andiamo per gradi.

Attivare Spotify Premium da Pc

Occorre collegarsi al sito di Spotify e cliccare in alto la voce Premium, ti appare la possibilità di attivare la prova gratuita di 30 giorni per poi iniziare a pagare l’abbonamento a 9,99 al mese. Nella parte inferiore ti vengono mostrati tutti i vantaggi che avrai a disposizione, inoltre se scorri ancora un riquadro ti mostrerà anche altri abbonamenti di cui abbiamo parlato poco fa.

In più trovi l’abbonamento con Playstation 4 che ti da la possibilità di attivarlo in prova per 2 mesi pagando solo 1,99 €.

Se hai già un account ti basterà cliccare su Accedi e immettere le tue credenziali, nella pagina che si apre hai la possibilità di attivare la versione Premium del tuo abbonamento. Se invece non sei iscritto allora clicca su Iscriviti e inserisci e-mail e password. Ti verrà chiesto anche il nome utente ed altre semplici informazioni. Al termine dovrai cliccare su Accetta le condizioni e l’informativa sulla Privacy di Spotify.

Un flag su Non sono un Robot e il bottone Iscriviti concludono la registrazione.

Per velocizzare l’iscrizione puoi usare il tasto Iscriviti con Facebook, ovviamente se sei già un utente del Social network.

Finita la sezione dell’anagrafica si passa alla modalità di pagamento a scelta tra le comuni carte di credito e PayPal. Come vedi c’è anche la possibilità di usare Paysafecard sconsigliata se vuoi attivare unicamente la prova gratuita visto che l’importo dovuto per la mensilità viene addebitato in via anticipata.

Se hai già fatto la prova gratuita occorre cliccare Acquista Spotify Premium per iniziare il periodo mensile di ascolto in streaming senza limitazioni. Una e-mail ti informerà che tutto è andato per il verso giusto.

Attivare Spotify premium da smartphone e tablet

Anche in questo caso devi collegarti al sito di Spotify che trovi nella sezione dedicata a Premium per Pc. La procedura è pressoché identica alla precedente, segui la sequenza dei pulsanti da cliccare che indico qui sotto:

  • Scegli Spotify Premium
  • Inizia la tua prova gratuita (effettua il login e inserisci i dati per il pagamento)
  • Inizia il periodo di prova e paga dopo 30 giorni (se hai diritto alla prova gratuita altrimenti passa al pulsante da cliccare indicato sotto)
  • Acquista Spotify Premium

Se lo desideri puoi attivare la prova gratuita di 7 giorni senza dover inserire i dati di pagamento e senza avere l’opzione attivata del rinnovo automatico.

Non ti resta che scaricare l’app dal tuo dispositivo Android,  iOS o Windows 10 mobile, per questo collegati al tuo App Store di riferimento e cerca Spotify.

Una volta scaricata l’App clicca su Accedi e inserisci le credenziali appena create nella registrazione. Se non hai fatto precedentemente la  registrazione utente allora puoi creare l’account seguendo le indicazioni.

Streaming senza limiti anche per la versione free

Spotify si è proposto sul mercato in maniera coraggiosa, fornendo un servizio di streaming musicale senza pari prima di allora. L’ascolto della musica online nella versione Free non ha particolari problemi se la si usufruisce da Pc a parte gli inserti pubblicitari. Se si usa uno smartphone o un tablet le cose cambiano anche se non di molto.

A partire dal 2018 l’azienda svedese ha introdotto la possibilità di ascoltare le canzoni on-demand secondo la personalizzazione di 15 play-list che si aggiornano sui gusti dell’utente. Tale possibilità annulla di fatto la precedente modalità in Shuffle (riproduzione casuale).

A determinare un upgrade così importante è stata la concorrenza di Amazon Prime Music e di YouTube come canali preferiti dai giovani per ascoltare musica senza limitazioni. In più viene attivato il data saver per rendere meno dispendioso il consumo di dati, altro argomento importante per i giovani.

Spotify Gratis: cos’è la modalità Shuffle sui Mobile?

Come detto poco fa la modalità Shuffle mode pura non esiste più su Spotify che ha preferito offrire di più ai suoi utenti Free per contrastare la concorrenza e la pirateria. Sebbene non possiamo definire riproduzione casuale l’attuale possibilità di fruizione di Spotify da mobile, nella realtà non possiamo nemmeno scegliere liberamente qualsiasi canzone ci venga in mente.

Le play-list proposte contengono 50 brani selezionati sulla base dei propri gusti. Si può ascoltare una delle canzoni riportate semplicemente con un tap sul brano desiderato. L’ascolto è ininterrotto per 30 minuti continui, dopodiché appare uno spot pubblicitario di una decina di secondi.

Lo Shuffle quindi non è opprimente come prima e si ha la sensazione di godimento della musica quasi come nella versione Premium.

Tutte le Offerte Spotify

Per passare a Premium e risparmiare qualcosa ci sono diverse modalità:

Spotify per studenti:

Se si hanno 18 anni e si è iscritto all’università si può usufruire di questo abbonamento tagliando il costo del 50%.

Spotify for Family:

Quando in casa ci sono più utenti vale la pena ridurre i costi fino a 2,99 € al mese cad. Gli account da attivare arrivano a 5 che possono usufruire del servizio di streaming musicale in contemporanea.

Spotify per chi è abbonato a Sky:

Solo per gli abbonati a Sky, Spotify riserva una prova gratuita di 90 giorni per la versione Premium, occorre però non aver mai usufruito della prova gratuita. L’offerta è valida fino al 12/10/2020. Terminati i 90 giorni si inizierà a pagare 9,99 € al mese se non si cancella l’iscrizione. La cancellazione al servizio può essere fatta in qualsiasi momento.

Spotify con PS4

Anche in questo caso si tratta solo di un periodo di prova di 2 mesi al prezzo di 1,99 €.

Come si fa a passare a Spotify Premium?

Ci sono ottime ragioni per passare a Spotify Premium e molte di queste non sono conosciute da tutti, di seguito vediamo quali sono i punti di forza dell’offerta abbonamento Premium di Spotify:

  • Le canzoni che si trovano nel bouquet di Spotify superano i 35 milioni;
  • Se ti trovi all’estero puoi usare Spotify liberamente, senza la limitazione dei 14 giorni della versione Free;
  • Puoi tornare in qualsiasi momento alla versione Free annullando la versione premium
  • Qualità di ascolto superiore fino al doppio
  • Ascolto in streaming continuo di musica in assenza di pubblicità
  • Salti illimitati
  • Riproduzione offline della musica salvata

Per passare alla versione Premium sarà molto semplice. Se hai già registrato un account, dalla home page clicca su Abbonamento e su PASSA A PREMIUM. Se non lo hai già fatto inserisci i dati di pagamento e clicca su AVVIA IL MIO SPOTIFY PREMIUM.

Se hai bisogno di conoscere le modalità di iscrizione leggi sopra la sezione “Come attivare Spotify Premium”.

Conclusioni

Portarsi dietro tutta la musica del mondo è possibile con Spotify, il colosso svedese ha saputo creare una base di utenza talmente vasta da poter permettersi di “regalare” musica anche a chi non vuole o non può sborsare denaro per l’abbonamento Premium.

Altri stanno percorrendo la stessa strada cercando di combattere contemporaneamente anche il fenomeno della pirateria dei diritti di autore, rendendo il servizio di streaming musicale a buon mercato. La scelta tra la versione gratis e quella a pagamento non è così immediata come si potrebbe pensare, entrano in ballo diversi argomenti che vanno dalla qualità del suono alla possibilità di scaricare musica in modo più semplice.

Spotify Free è comodo e utile a patto che non si cerchi una determinata canzone ma che ci si accontenti delle play-list personalizzate. E’ richiesto quindi perderci un po’ di tempo all’inizio per far capire all’algoritmo quale musica sia quella da suggerire.

Spotify Premium ha dalla sua una libreria immensa ed una facilità di ascolto che ne fa il riferimento numero 1 al mondo.

You have Successfully Subscribed!