Quanto si può guadagnare con YouTube

Guadagnare con YouTube: come avviene la partnership, in che modo vengono calcolati i guadagni ed altre informazioni utili 

Quando si parla di YouTube ci si riferisce ad uno dei motori di ricerca più utilizzati al mondo e sono numerose le persone che grazie a questa piattaforma guadagnano anche tantissimi soldi.

È noto infatti che si può guadagnare grazie a YouTube, ma non tutti sanno come si deve procedere e se ne vale la pena, quindi in questa guida verranno fornite delle risposte relative a tutte le domande che girano attorno alla monetizzazione di YouTube.

Da cosa riescono a guadagnare gli YouTuber?


Principalmente sono le pubblicità a far guadagnare gli YouTuber, quindi più i video caricati vengono visualizzati e più si riesce a guadagnare, ma affinché possano essere generati questi guadagni è necessario attivare la monetizzazione sul canale che si ha, azione che può essere eseguita in due modi: facendo domanda di partnership ufficiale a YouTube che penserà ad incassare i soldi dai vari sponsor e di girare un compenso al proprietario del canale in base alle visualizzazioni dei video oppure ci si può rivolgere ai network di terze parti che fanno da tramite tra la piattaforma e coloro che creano i video.

Come vengono calcolati i compensi per gli YouTuber?

Il criterio sul quale si basa Youtube per calcolare il compenso dovuto al YouTuber è il CPM, ovvero il costo per mille impressioni che lo sponsor deve versare a YouTube affinché vengano visualizzate le loro pubblicità ogni mille video.

In quanto al compenso che si riceve precisiamo che non c’è una cifra fissa, in quanto dipende da diversi fattori quanto si può guadagnare, ma la media generalmente è di circa 7 euro lordi ogni 1000 visualizzazioni.

Chi può richiedere la monetizzazione del proprio canale YouTube?


Sul web spesso si leggono informazioni errate in merito a questo aspetto e c’è chi sostiene che basta pubblicare dei video qualsiasi per chiedere la monetizzazione. Niente di errato, in realtà la piattaforma ha delle regole ben precise affinché la richiesta venga accettata:

.     –   I video vanno pubblicati con una certa frequenza e continuità, per esempio almeno uno a settimana;

  • Nei video che si pubblicano non si devono utilizzare contenuti che sono coperti da copyright (nemmeno pezzi di materiale protetto dal copyright);
  • Non si devono pubblicare video già presenti online, quindi è vietato copiare;
  • È vietato pubblicare video che comprendono contenuti sessualmente espliciti o violenti, etc.
  • I video vanno pubblicati con una certa frequenza e continuità, quindi pubblicare almeno un video a settimana è il minimo indispensabile!
  • Si devono avere almeno 1000 iscritti al proprio canale e almeno 4.000 ore di watchtime negli ultimi dodici mesi, etc.

Queste sono le regole di base che, come si può notare non sono ferree e nella maggior parte dei casi si tratta di semplici atteggiamenti che richiedono buon senso.

Come richiedere la partnership ufficiale a YouTube

Diventare partner ufficiale di YouTube non è difficile se si osservano le regole indicate precedentemente, ma c’è da dire che la procedura da seguire è abbastanza lunga e noiosa, motivo per cui i network di terze parti hanno avuto un gran successo.

Ad ogni modo si può fare richiesta anche in maniera autonoma e per cominciare è necessario collegarsi al pannello di controllo del proprio account. A questo punto si deve controllare che accanto alla voce “Norme della community e Copyright” ci sia un pallino verde che significa che il canale in questione ha una buona reputazione. Se il pallino è di colore verde si può richiedere la monetizzazione, altrimenti no.

Ammesso che il pallino verde c’è, si passa alla prossima fase: clicca sulla parte dove c’è scritto “Attiva”, nella zona che corrisponde alla cove “Monetizzazione”, in maniera tale da poter inviare la propria richiesta per diventare un partner ufficiale del portale.

A questo punto premi su “Accetto”, scegli i formati di annunci che vengono visualizzati e poi clicca su “Monetizza”. Eseguiti tutti questi passaggi, se tutto risulta in ordine e vieni ammesso al programma di monetizzazione YouTube aggiungerà in automatico i messaggi promozionali ai video che hai pubblicato, mentre se per qualche motivo gli annunci pubblicitari non possono essere inseriti nei video verrà mostrato un messaggio di notifica.

Prima di aggiungere le pubblicità, YouTube controlla i contenuti e le statistiche dei video e questa procedura può durare anche 24/48 ore, mentre in quanto riguarda i guadagni, questi verranno accreditati sul tuo account Adsense e potranno essere prelevati quando viene raggiunta la soglia minima prevista.

Come diventare partner di YouTube tramite un network di terze parti


Come anticipato, i network di terze parti sono intermediari che si occupano della monetizzazione del tuo canale e pensa a numerosi aspetti che vanno dalla richiesta di partnership fino alla gestione dei soldi e generalmente questi servizi come intuibile hanno un costo che si aggira tra il 20 ed il 40% dei guadagni che derivano dalle pubblicità inserite nei video.

Sono tanti i network nazionali ed internazionali che offrono questo tipo di servizi e tra questi alcuni sono tematici mentre altri sono generici, quindi si deve tener conto delle proprie esigenze prima di decidere quale network scegliere. Per esempio, se si possiede un canale YouTube in cui si pubblicano video che riguardano il gaming sarebbe opportuno scegliere un network che è specializzato in questo campo, ma oltre a questo aspetto si deve controllare anche l’affidabilità del network, i termini di collaborazione offerti e qualsiasi altro aspetto.

Conclusioni

Per rispondere alla domanda del titolo diciamo che, come si evince dalle precisazioni fatte precedentemente è chiaro che i guadagni che si possono ottenere dalla partnership con YouTube sono illimitati e dipendono dalle visualizzazioni che si ottengono, quindi più i video vengono visti dagli utenti più si guadagna.

È necessario quindi creare contenuti di qualità, pubblicare con una certa frequenza ed avere quanti più iscritti al proprio canale, inoltre si deve tenere sempre presente che va curato ogni aspetto del canale che si possiede se si vuole ottenere il successo sperato.